LA DIFFERENZA CHE FA LA DIFFERENZA: ristrutturare casa evitando di piangere lacrime amare

PREMESSA:

Si è appena concluso un mese impegnativo, straordinario e super-produttivo che ci ha messo alla prova e resi più forti di prima.

Sì, perché agosto, il mese che fa rima con vacanze, relax e divertimento, ci ha visto impegnati in un tour de force che non è stato facile gestire, ma che certamente, ci ha dato modo di fare alcune riflessioni su cosa dobbiamo migliorare e su quali sono davvero i nostri punti di forza e su come possiamo valorizzarli.

                                                                                 …

Questa mattina mi sono imbattuta in un forum in cui si parlava di problemi legati alla RISTRUTTURAZIONE CASA e la mia attenzione è stata catturata da una testimonianza di una ragazza che aveva davvero dell’incredibile.

La sua disavventura è possibile riassumerla così:

ad aprile 2011 sono iniziati i lavori di ristrutturazione del suo appartamento. Le lavorazioni avrebbero dovuto riguardare il rifacimento del bagno, il sistema di allarme, la sostituzione degli infissi, i controsoffitti e l’isolamento termico, la lucidatura dei pavimenti, la posa parquet, il rifacimento dell’impianto di riscaldamento.

Ad ottobre dello stesso anno le lavorazioni portate a termine erano circa il 20%.

Non solo, la ragazza lamentava la scarsa serietà dei soggetti coinvolti, la pessima riuscita dei lavori e addirittura il fatto che alcuni dei soggetti coinvolti erano persino spariti nel nulla.

Ora, sarebbe banale dire che la ragazza è stata sfortunata e che gli artigiani a cui si è rivolta sono dei mascalzoni e non dei veri professionisti; qui però la riflessione che voglio portare è un’altra.

Come già più volte ricordato nei nostri precedenti articoli, la scelta dell’impresa a cui affidare i lavori è davvero fondamentale e questa ovviamente non può essere fondata solo sul prezzo.

Ristrutturare non è una cosa facile, lo ripeto sempre. Ristrutturare è uno sport di squadra con delle regole ben precise.

Come in ogni sport di squadra, sul campo di gioco troviamo i professionisti e l’arbitro, a bordo campo, l’allenatore e i consulenti tecnici e, sugli spalti, gli spettatori.

Nel nostro campo di gioco, il cantiere, perché le cose funzionino, è necessaria la collaborazione sinergica tra le diverse maestranze (idraulico, elettricista, muratore, piastrellista, etc.), il responsabile di cantiere, la schiera di consulenti tecnici necessari (geometri, architetti e ingegneri), il cliente.

Ognuna delle figure coinvolte gioca un ruolo fondamentale ed è utilissima al fine del raggiungimento dello scopo.

Tutti i cantieri, anche quelli apparentemente più semplici, possono nascondere delle insidie e se non vi è l’ingrediente fondamentale, cioè una squadra che funziona, tu cliente rischi davvero di piangere lacrime amare.

Ora, quello che è successo alla ragazza che ha rilasciato la testimonianza è davvero terribile anche se non nascondo che ci è già capitato di sentire racconti simili.

Queste testimonianze rendono il lavoro in questo settore assai difficile. Pensaci, le persone inevitabilmente imparano ad essere più diffidenti (ecco il motivo per cui oggi i feedback di altri clienti diventano fondamentali per un’azienda che voglia abbassare la soglia di diffidenza). Allo stesso tempo, però, rendono le aziende come la nostra più consapevoli del loro valore.

Durante questo ultimo mese, proprio a causa del forte stress a cui eravamo sottoposti non è stato difficile per me fare una riflessione, che voglio proporvi e che riguarda appunto la questione del “valore” aziendale.

In una ristrutturazione i dettagli sono davvero fondamentali, sono quelli fanno la riuscita di un cantiere.

I dettagli sono talmente fondamentali che, a volte, possono mettere in discussione l’intero e faticoso lavoro che è stato fatto.

C’è una cosa che non può essere dimenticata: spesso capita che, anche se un cantiere può considerarsi pressoché concluso perché tutte le lavorazioni sono state eseguite, ci siano ancora da sistemare delle piccole imperfezioni che considero essere fisiologiche.

Ad esempio, piccole imperfezioni sulla tinta delle pareti, tiranti delle serrande che sembrano essere un po’ lenti, guarnizioni non ancora inserite, lampadine che fanno i capricci, qualche macchia di silicone, qualche graffio non desiderato, etc…

Si tratta davvero di piccole cose, ma certamente per te cliente sono davvero noiose.

Ripeto, si tratta di conseguenze fisiologiche di un lavoro complesso e che spesso possono essere risolte davvero facilmente e in poco tempo.

I problemi nascono se:

  • il cliente inizia a considerare anche il più insignificante problema come un problema insormontabile; ciò è comprensibile perché non è del mestiere e perché ha speso dei soldini, quindi ha ovviamente ragione nel pretendere un lavoro perfetto;
  • l’azienda inizia a procrastinare; infatti, spesso questi piccoli fastidi proprio perché tali, vengono sottovalutati da parte dell’impresa che ha svolto i lavori e quindi, essi vengono messi in coda ad altro; questo atteggiamento sicuramente avrà come risultato che il cliente sarà ancora più infastidito e irritato per il tempo che ha dovuto aspettare per veder finalmente consegnato il suo appartamento perfetto e funzionante come lo aveva immaginato.

Ecco la procrastinazione non è il nostro sport e non è lo sport di tutte le aziende che mettono il cliente al centro della loro filosofia aziendale.

Non siamo perfetti e, quindi, anche noi non siamo certamente immuni da problemi da risolvere a fine cantiere, ma la nostra forza è la nostra politica in merito, che si sostanzia in:

  • sopralluogo di fine cantiere con report fotografico per verificare eventuali ulteriori interventi integrativi da effettuare
  • meeting con il cliente per capire se vi sono ancora dei piccoli interventi da realizzare
  • programmazione di un calendario a breve termine per la programmazione degli interventi

Essere sempre presenti e assistere il cliente prima durante e dopo la fine del cantiere è il cuore della nostra politica aziendale, cioè ci permette di rendere i nostri clienti felici ed entusiasti di averci scelto e di aver realizzato appieno i loro progetti.

Credo che questa sia la nostra differenza che fa la differenza!

A presto!

Stay Tuned!

STOCCO CONTRACT

RISTRUTTURAZIONI CHIAVI IN MANO

TORINO

stocco_logo_quadrato

Nessun commento

Pubblica un commento