RISTRUTTURAZIONI CHIAVI IN MANO da quanti euro/Mq? – IL Preventivo aumm aumm: una trappola per molti

Ecco, se sei stato attratto dal titolo del mio articolo e mi stai leggendo, vuol dire che il mio articolo e il ragionamento che voglio proporti è corretto. Il tema è la Ristrutturazione Casa, in particolare la Ristrutturazione Chiavi in Mano, la richiesta di PREVENTIVO e i suoi elementi base, gli slogan pubblicitari e la difficoltà reale di una RISTRUTTURAZIONE CHIAVI IN MANO.

 

Spesso ci scrivono clienti che vogliono  conoscere il costo al mq di una ristrutturazione senza darci alcuna informazione aggiuntiva (della serie: Buongiorno sono la Sig. Maria, volevo sapere quanto mi costerebbe più o meno, ristrutturare la mia casa di 100 mq). Molte aziende, infatti,  per attrarre clienti, pubblicizzano il loro servizio di RISTRUTTURAZIONE CHIAVI IN MANO scrivendo a caratteri cubitali RISTRUTTURAZIONE COMPLETA CASA ( a partire) da X al MQ, spesso inserendo valori molto bassi e fuori mercato.

Sicuramente ti sarà capitato di cercare un volo attraverso uno delle piattaforme che mettono a confronto i prezzi delle varie compagnie aeree;  inserisci le date, l’aeroporto di partenza, la destinazione, il numero di persone e dopo qualche secondo compare un lungo elenco di voli con l’indicazione del costo con la formula “A PARTIRE DA X EURO”. Il problema è che quando fai click per prenotare ti accorgi che in realtà il prezzo finale non è proprio quello indicato. Esso, infatti, dipende dalla scelta del posto, dal  bagaglio, dalla  classe, dai costi di gestione e dal  metodo di pagamento.

La stessa dinamica è applicata al mondo delle RISTRUTTURAZIONI, RISTRUTTURAZIONE CASA, RISTRUTTURAZIONE CHIAVI IN MANO.

Oggi più che mai, dal momento che siti broker con lo scopo di offrire un confronto di prevenivi approssimativi compaiono come lumache dopo la pioggia d’estate.

P.S.: Lo sapevi che quando metti un annuncio (così perchè vuoi farti un’idea ) su uno di questi siti, l’impresa paga profumatamente solo per vedere il tuo annuncio?

Il preventivo è una COSA SERIA e la RISTRUTTURAZIONE non è una cosa FACILE.

In soldoni, il costo al mq di una ristrutturazione dipende da infinite variabili:

 

-dal tipo d progetto;

-dai MQ;

-dal numero di muri che bisogna demolire e/o costruire;

– da come si devono o da come li vuoi ricostruire (muratura? Cartongesso?);

– dai mq di muri che bisogna tinteggiare e/o coprire con carta da parati  (ma prima è necessario verificare se l’intonaco è da rifare oppure no);

– dall’ impianto elettrico (è a norma?);

– dall’ impianto idraulico;

-dal tipo di materiale utilizzato (esistono piastrelle da 10 euro/mq come da 110 euro/mq!);

-dai serramenti (sono da sostituire, sono in buone condizioni, si possono recuperare?)

-dalla necessità di altri servizi opzionali (es. smontaggio-montaggio mobili)

Come certamente avrai intuito il costo non dipende esclusivamente dai MQ  e dunque chi dice RISTRUTTURAZIONE CASA – CHIAVI IN MANO – COMPLETA da X a MQ, dice una BALLA! E chi dice che offre un servizio di ristrutturazione casa completa-chiavi in mano (a partire) da 10 euro/Mq (fammi passare la banalizzazione) dice una balla ancora più grossa, a meno che non sia uno che lavora per conto proprio, senza P. Iva, senza dipendenti, senza pagare 1 euro di tasse e utilizzando panettieri al posto di muratori e cartone al posto delle piastrelle.

Tornando al preventivo: dipende molto da cosa hai bisogno, se hai necessità di farti un’idea di massima sui costi di una RISTRUTTURAZIONE,  perché devi acquistare casa per te o un immobile da investimento e vuoi sapere di quanto budget hai bisogno, un PREVENTIVO così approssimativo può essere un primo dato da tenere in considerazione. Se, invece, vuoi un preventivo quanto più trasparente e corretto possibile, perché , per esempio, devi chiedere un finanziamento e quindi sei costretto a fare le scarpine alle mosche, allora quella offerta è da buttare nella spazzatura.

A TE che appartieni al secondo gruppo di persone, dopo aver scelto almeno tre IMPRESE a cui rivolgerti, consiglio di inviare una richiesta di preventivo fornendo i seguenti elementi:

1 – tipologia di immobile: casa da acquistare, acquistata, in affitto o da investimento;

2 – n. di mq;

3 – una pianta dell’immobile, va bene anche la mappa catastale;

4 – foto;

5 – tempistiche;

6 – motivo della richiesta di preventivo (es. mi serve un preventivo di massima perché devo sapere se posso permettermi di ristrutturare);

7 – necessità o meno di un progetto;

8 – budget massimo;

9 – disponibilità oraria per il sopralluogo;

10 – numero di telefono per essere ricontattato (si lo so sembra assurdo, ma ci sono persone che si dimenticano anche di scrivere il loro numero di telefono, per poi lamentarsi di non essere state richiamate tempestivamente!)

 

Voglio aprire la questione SOPRALLUOGO: questo non deve essere vissuto come una violazione della propria privacy ma come un ulteriore strumento per il tecnico di verificare i dati scritti sulla carta, dettagli di cui altrimenti non si sarebbe potuto tenere conto e soprattutto per conoscere le tue idee, i tuoi desideri e le tue necessità da soddisfare. Credimi, i vari geometri, architetti e ingegneri non si divertono a venire a casa tua per annoiarti e perdere tempo. Infatti, spesso fanno i salti mortali per potersi districare tra lavoro d’ufficio, pratiche burocratiche, sopralluoghi, gestione di cantiere e delle maestranze, discussioni con i fornitori.

Sono sicura che da ora innanzi anche tu ci guarderai con occhi diversi quando varcheremo la soglia di casa tua!

Ora voglio sfatare un altro mito: LA RISTRUTTURAZIONE E’ UNA COSA FACILE.

In realtà, la RISTRUTTURAZIONE non lo è affatto.  Certo, anch’io a 18  anni credevo che lo fosse; ricordo che un giorno provai a ridare l’intonaco ad una parete che si era scrostata a causa dell’umidità, si trattava solo di 1 mq, ma il risultato non fu per nulla incoraggiante! 😉

Dicevo,  RISTRUTTURARE  non è UNA COSA FACILE.

Dal momento che decidi di ristrutturare casa scegliendo  l’azienda a cui affidare le opere alla realizzazione finale (e al brindisi dell’inaugurazione di casa tua, con tanto di champagne) ci sono:

-telefonate, scambio di e-mail, sopralluogo, altre telefonate, altre e-mail, questo solo per la redazione del preventivo;

-incontro con il cliente per la spiegazione del preventivo;

-meeting, telefonate, giri di e-mail e altre chiamate per lo studio del progetto;

-studio e preparazione delle pratiche burocratiche per il comune, rimbalzi e lunghe code nei vari uffici;

-scelta dei fornitori e dei materiali, l’obiettivo è il prodotto giusto al prezzo giusto;

-litigi vari con i fornitori per il rispetto delle tempistiche;

-programmazione del cronoprogramma;

-organizzazione e supervisione delle maestranze;

-controllo delle opere eseguite;

-gestione dei diverbi tra i vari tecnici e dei rimbalzi di responsabilità;

-gestione dello stress e degli imprevisti di cantiere;

-rispetto delle tempistiche;

-varie ed eventuali post-opera.

Non è FACILE, è un lavoro che richiede capacità, esperienza, conoscenza, volontà , pazienza e certamente, dedizione.

E’ un lavoro per professionisti.

Ora, quindi, asciugati le lacrime e da oggi quando richiedi un preventivo ricordati di inserire tutti quegli elementi di cui abbiamo parlato prima (mq, foto, motivo del preventivo, tipo di immobile, tempistiche, budget e bla bla bla…); ma soprattutto tieni sempre conto della complessità della ristrutturazione  e quindi del fatto che è un servizio che non può essere regalato e sui cui è difficile risparmiare in modo intelligente, cioè garantendosi comunque un servizio di livello, alte prestazioni, prodotti non di scarsa qualità, assistenza post-opera e godimento finale per il risultato ottenuto.

 

p.s CI VUOI CONTATTERE? CHIAMA ALLO 011. 2476564 OPPURE INVIA UNA MAIL A INFO@STOCCOCONTRACT.IT

TORINO-AOSTA-MILANO-GENOVA-SAVONA

Rimanete Connessi!

Dott.ssa Giada Ruscica

 

1 Commenti
  • silvana germano
    Rispondi

    Grande articolo. Grazie. Stavo giusto cercando di fare dei conti “fai da te”. Rifletterò…

    29 Dicembre 2018 at 18:17

Pubblica un commento